Missione di Lingua italiana di Biel/Bienne et dintorni

Benvenuti/e

La Missione Cattolica di Lingua Italiana è una struttura pastorale e giuridica "Missio cum cura animarum" della Chiesa Cattolica (Motu proprio Pastoralis Migratorum Cura - DPMC - n.33,1;39,1-3; Codex Juris Canonici - CIC - n.515,3). 

Una Missione Cattolica Italiana è come una "Parrocchia personale". Una comunità di cristiani che al di là degli elementi costitutivi di un cristiano e di una comunità - parrocchia locale, si identificano per un ulteriore elemento comune: la cultura e lingua italiana. Questa struttura pastorale è una risposta concreta che la Chiesa Cattolica ha creato per sostenere la fede e la pratica religiosa di milioni di cristiani di differente cultura e lingua sparsi nei vari continenti. In tutto il mondo esistono da oltre un secolo queste "Missioni linguistiche".

Organigramma

Missione Cattolica di Lingua Italiana di Biel/Bienne

Iscrizione all'anno catechistico 2016 - 2017

(R)estate in compagnia del Signore

Copyright flickr.com/Papyricko

Carissimi parrocchiani e parrocchiane, mentre ci troviamo ormai all'inizio dell'estate, tempo favorevole per il riposo e le vacanze, desideriamo fermarci con ciascuno di voi, come il Pellegrino che incontrarono quei due discepoli sulla via di Emmaus, per fare un pezzo di strada insieme. Quel Pellegrino, il Signore Risorto, che "si accosta e cammina con noi e fa ardere i nostri cuori con la sua promessa: Io sono con voi tutti i giorni", però, ha sconvolto e cambiato la vita a quei due discepoli: noi, da pellegrini, scrivendo a voi, vogliamo essere un semplice strumento, capace di facilitare l'incontro con il vero Pellegrino, il quale spezza il suo pane per noi e dona la sua vita per la nostra salvezza.

Questo clima di vacanze risulta particolarmente favorevole per la riflessione e la meditazione perché, lontani dall'irrefrenabile quotidianità, dalla fatica delle premure di lavoro, di studio, è tempo in cui si fa' sentire forte in noi il desiderio di ritrovare il proprio "essere", di riscoprire il valore della vita, che ognuno è chiamato a vivere. E la Parola di Dio, che viene spezzata per noi, risulta un mezzo adeguato per sostenerci in questo nostro "bisogno".

Amare Dio sopra ogni cosa. A volte capita che i nostri impegni, in quest'era così materialista e tanto frenetica, non ci permettono durante una giornata stressante, che sembra non terminare mai, di fermarci un attimo per "respirare" e "vivere"! Il tempo sembra correrci dietro le molte cose da fare, tanto da non permetterci di riservare neppure un piccolissimo spazio di tempo per noi !

Allora ecco un'occasione da non perdere. Crediamo, che in questo tempo di vacanze, mentre tante attività sono ferme, il primo passo per riprendere il sentiero che la Parola di Dio ci addita è la nostra partecipazione al grande Incontro con Gesù Eucaristia, che dobbiamo davvero sentire importate per noi e per tutti!

Non da meno è l'accoglienza: "Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato.". Accogliere significa allora manifestare l'amore riconoscendo nel fratello e nella sorella una persona amata dal Signore per la quale Cristo ha donato la sua vita. Ma come potremmo accogliere se non perché a nostra volta accolti dal Signore alla tavola da Lui stesso imbandita ? L'apostolo Paolo lo ricorda con forza ai cristiani di Roma: "Accoglietevi gli uni gli altri come Cristo accolse voi, per la gloria di Dio" (Rm 15,7), come a dire che accogliere è una declinazione del verbo amare!
Seguire il Signore vuol dire sapersi inviati da Lui, accogliere nel suo nome il fratello o la sorella che Egli ci invia, qualunque sia il suo valore e la sua funzione.

Per un servizio della carità: "E chi avrà dato anche solo un bicchiere di acqua fresca a uno di questi piccoli, perché è mio discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa". Più volte, nel corso della giornata, riceviamo la visita del Signore Gesù nel fratello o sorella, che ci sta accanto. Quest'ultimo spesso ci chiede semplicemente un sorriso, una carezza o un abbraccio, oppure cinque minuti del nostro tempo per stare un po' con noi, per essere ascoltato in silenzio o consigliato, spronato, incoraggiato. Insomma, questi e tanti altri esempi sono quel bicchiere d'acqua. Gesù ci chiede di accompagnare la carità con la semplicità: non occorrono grandi gesti! Fare tutte queste cose non costa proprio nulla, ma arricchisce noi e la persona, che ci sta accanto !

Questo tempo, che forse ci terrà un po' lontani quando ognuno raggiungerà la propria meta di vacanze, non tenga lontani i nostri cuori.
Sia dunque tempo favorevole per la preghiera, nella quale poniamo la nostra fiducia, abbandonandoci all'amore del Padre come figli, con la certezza di trovare sicuro rifugio. Serviamoci della preghiera per restare uniti e sentirci vicini.

Infine, vi invitiamo, ancora, ad accogliere questo periodo di vacanze, che dalla misericordia di Dio riceviamo per il riposo e la cura del corpo e dello spirito, come tempo di grazia per lasciarvi riconciliare con Dio. (ap / 2012)

Mondo d'amore
Gesù è venuto fra noi per costruire un mondo d'amore.
È compito di tutti quelli che si considerano suoi amici accompagnarlo nella realizzazione della sua opera.Il mondo d'amore diventa una realtà, quando le persone non sono più giudicate secondo le apparenze, quando la gente non è più divisa in categorie da evitare e categorie da frequentare, quando regna la comprensione malgrado le idee opposte, quando si stabilisce un reciproco rispetto nonostante le dieverse nazionalità, quando il prossimo non è più considerato come antagonista, ma come un fratello o una sorella con il quale si condivide, quando il potere è messo al servizio dei più deboli, quando la ricchezza arreca un beneficio ai poveri, quando gli uni offrono il loro sapere e la loro conoscenza ad altri che sono confinati nell'ignoranza.Uno stuolo di operai è atteso nel cantiere dove questo mondo d'amore si deve realizzare.
Albert Hari - Charles Singer

Contattaci

Missione Cattolica Italiana
Rue de Morat / Murtenstrasse 50
CH - 2502 Biel/Bienne

Tel. +41 32 328 15 60

Fax +41 32 328 15 64

mci(at)kathbielbienne.ch

Come trovarci

N° d’urgenza

Nei giorni festivi e solo in caso di defunto/a, situazioni di fin di vita, malattia grave, vogliate gentilmente comporre il numero seguente:

078 – 793 44 40

Il team della Missione